Welcome!

Benventi su aianola.it!

giovedì 2 agosto 2018

La prima designazione nazionale di Gianpiero Miele!

Inizia con una designazione in Coppa Italia Serie C la Stagione Sportiva 2018/2019 per Gianpiero Miele al suo secondo anno in CAN PRO.

Gianpiero Miele è stato chiamato a dirigere il match che vede sfidarsi MATERA e POTENZA sabato alle ore 17:30 nel primo turno della Coppa Italia Serie C.

A Gianpiero va il nostro "in bocca al lupo"!!!



Nuova edizione del Regolamento disponibile online!

Si comunica agli Associati che è disponibile online la nuova edizione del Regolamento del Giuoco del Calcio.

Qui di seguito il link da cui è possibile visionarne la versione pdf online.


Si consiglia a tutti gli Associati di prenderne visione e di "sfogliarlo" di tanto in tanto.

Calendario Riunioni Tecniche Obbligatorie 2018/2019

E' disponibile online il nuovo calendario delle riunioni tecniche obbligatorie per la stagione sportiva 2018/2019.
Puoi visualizzare il calendario cliccando QUI oppure QUI (html).

venerdì 27 luglio 2018

Tessera federale e nuova divisa in consegna!

Si comunica agli Associati che sono in consegna la nuova tessera federale 2018 e la nuova divisa di colore giallo.

La sezione, per la consegna, sarà aperta nei giorni di lunedì 30 luglio e mercoledì 1 agosto dalle ore 19:00.


domenica 22 luglio 2018

Nove nuovi Assistenti Arbitrali in organico!


Il quinto corso Regionale con funzione di assistente arbitrale targato CRA Campania si conclude con l'innesto in organico di ben 9 "bandierine" appartenenti alla nostra sezione.
Il presidente Vitale e i componenti sezionali si complimentano con i ragazzi che, nonostante il caldo, hanno superato brillantemente le prove atletiche e regolamentari.
Forza ragazzi, tenete alto tra i campi di Promozione il nome dell' AIA Nola.
In bocca al lupo per questa nuova avventura!


domenica 1 luglio 2018

Nuovi organici: complimenti ragazzi!

Si è tenuta ieri, sabato 30 giugno 2018 la Conferenza Stampa indetta dal Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, dal Comitato Nazionale e alla presenza di tutti i Responsabili degli Organi Tecnici Nazionali in cui sono stati comunicati i nuovi ruoli per la Stagione Sportiva 2018/2019.

La nostra Sezione, a seguito delle decisioni prese dai vari Organi Tecnici ne esce vincitrice con ben 5 "passaggi" incrementando così la forza arbitrale a livello nazionale:
l'AE Filippo Colaninno dalla CAI alla CAN D; l'AE Lucio Felice Angelillo dalla REGIONE alla CAI; l'AA Dario Maione dalla REGIONE alla CAN D; l'AA Domenico Romano dalla REGIONE alla CAN D; l'AA Michele De Capua dalla REGIONE alla CAN D.

Conferenza stampa che oltre a donare gioia per i neo promossi, ci lascia un po' di amaro per le dismissioni per limite di permanenza nel ruolo del nostro Associato AE Francesco Foresta, a cui auguriamo di continuare a dare il suo immenso contributo a servizio dei giovani fischietti che come lui, nutrono la passione per l'arbitraggio.

Il Presidente Severino Vitale insieme a tutto il Consiglio Direttivo Sezionale esprimono profonde congratulazioni ai nei promossi.


Ad Maiora Semper!

martedì 19 giugno 2018

Visite mediche: dove, quando e chi deve farle!

Si avvisano gli Associati che il giorno Mercoledì 27 Giugno si terranno le visite mediche presso i locali sezionali.


Si comincerà dalle ore 15:00 fino ad esaurimento (del dottore in primis, ma anche degli arbitri). 

Si ricorda, inoltre, che il rinnovo del certificato medico è annuale e sono esclusi i neo arbitri dell'ultimo corso.

lunedì 18 giugno 2018

Nola conquista "anche" il torneo Città di Paola!

Se l'appetito viene mangiando, i nostri ragazzi non sono mai sazi, a tavola (Manna docet) o sul terreno di giuoco, gli ingordi bruniani hanno divorato chilometri e avversari, facendo incetta di trofei. Nell'ultima uscita stagionale (?), svolta nella straordinaria cornice di Paola, nell'ambito del torneo "Cittá di Paola - Memorial Andrea e Gianluca".  La partenza è come al solito il venerdì mattina, con arrivo a metà mattinata nell'accomodante sede del residence "Bahjia"; bagnetto rapido nelle ridenti acque tirreniche, e via.. Nel pomeriggio le prime due gare del girone iniziale contro la sezione di Battipaglia, superata largamente 3-0 grazie alle marcature di Serpico, Buonocore e Capuozzo, e contro la sezione di Cosenza arriva una vittoria ai rigori dopo l'1-1 dei tempi regolamentari, con rete di Buonocore, che proietta i bruniani al comando del girone con 5 punti, ma il bollettino di guerra recita 2 morti e 3 feriti (in aggiornamento). Il sabato mattina coincide con una pausa relax, ma l'acqua paolana non è acqua di Lourdes, i miracoli stentano ad arrivare e con essi le reti: il doppio 0-0 con Potenza e Paola, con annessa sconfitta ai rigori con i lucani e destino opposto con i calabresi, porta 3 punti, che sommati a quelli del giorno precedente dicono che Nola è quarta nella classifica generale, alle spalle di Ercolano, Reggio Calabria e Salerno. Il sorteggio serale mette di fronte i cavallucci salernitani con i nostri acciaccati. La domenica mattina si narra di una maleducatissima partenza dal nolano con ambulanza carica di bombole di ossigeno, bende, defibrillatori, lenti a contatto, tre uomini e una santa. Ore 10 la parola passa al terreno di gioco con i ragazzi che sono in palla, ci credono, lottano, creano e portano a casa la vittoria di misura, grazie ad una rete in mischia del bomber Romano D, contro un'avversaria ordinata e ben messa in campo. L'aggiornamento medico del bollettino recitava 3 morti e 5 feriti. Nell'altra semifinale Reggio aveva precedentemente superato ai rigori Ercolano e fresca e riposata, è pronta a vendere cara la pelle. Ma il traguardo è lì, la fine è vicina e nonostante le avversitá il messaggio è uno: non si fanno prigionieri! Il commovente "Silenzio" eseguito con la tromba da un associato Paolano, apre la contesa. L'afa è terribile, il caldo atroce, la sofferenza immane, ma quando il gruppo è coeso, quando l'obiettivo é comune, non ci sono alibi che tengono. Per gli amanti della cronaca é ancora una volta bomber Romano D a evitare la lotteria dei rigori, con un colpo di testa su calcio d'angolo da consumato rapace d'area di rigore e a scrivere una bellissima pagina nella storia calcistica della sezione di Nola. Il bollettino di guerra finale é tragico 4 morti, 6 feriti e 1 disperso, quello della bacheca recita 4 trofei, ma il bagaglio dei sentimenti è stracolmo e a stento si chiude, riempito da valori come passione, coesione, abnegazione, orgoglio e caparbietà , uniti alla sana goliardia e al senso di appartenenza che ci rappresentano. Lo "stile Nola" fatto di essenzialitá priva di fronzoli da saltimbanco viene ormai riconosciuto ovunque come il nostro marchio di fabbrica, il marchio dell'AIA Nola!In chiusura, ma certamente non in ultimo, c'è un doveroso ringraziamento da fare ai meravigliosi ragazzi della sezione di Paola, che hanno permesso il regolare svolgimento del torneo, con sapiente e attenta organizzazione.

domenica 10 giugno 2018

Cena di fine anno: il bello dell'AIA NOLA!

Si è svolta venerdì 8 giugno la consueta cena di fine stagione sportiva della Sezione AIA di Nola, presso il Tiffany Club a Camposano. 
Come ogni anno è l'occasione per brindare e festeggiare i risultati di una stagione, sicuramente impegnativa, che ha visto i ragazzi guidati dal presidente Severino Vitale affrontare sfide di volta in volta più ardue, ciò nonostante sempre con grinta e determinazione.
Con il gran salone gremito di partecipanti, non solo di arbitri, ma anche amici e familiari, è stato possibile trascorrere una serata in compagnia col giusto clima di festa e amicizia.
Per il via alla serata, il presidente Vitale ha ringraziato tutti i presenti, sottolineando di non avere ospiti in sala, ma solo grandi amici. È stata infatti gradita la presenza di componenti del CRA Campania e del presidente Domenico De Falco della ormai fraterna Sezione  AIA di Isernia, con la quale gli arbitri bruniani sono sempre più in sintonia.
Giochi di gruppo, tanta musica ed il ricco e squisito menú del Tiffany hanno garantito la piacevole serata, accompagnata dalle premiazioni per il passaggio all'Organo Tecnico Regionale di ben cinque associati, ai quali rinnoviamo ancora un forte in bocca al lupo! 
E come nella trilogia del divertentissimo film "Una notte da leoni", è stato possibile rivedere a fine serata le foto più strambe degli associati di un anno indimenticabile.

lunedì 4 giugno 2018

Nola torna Campione in quel di Termoli

Termina con una splendida vittoria per la compagine nolana il "Memorial Daniele Rettino" organizzato dalla Sezione di Termoli. Il torneo è stato molto sentito da tutti i partecipanti e ha visto sfidarsi ben 8 sezioni: Nola, Frosinone, Campobasso, Lecce, Albano Laziale, Isernia, Mantova e Termoli.
Il team bruniano ha avuto il piacere di soggiornare presso il residence "Le dune del cardo", luogo dove si sono anche svolte le partite della manifestazione. 
La prima giornata ha visto sfidarsi i nostri ragazzi, orfani del presidente Vitale, con la sezione di Campobasso: una partita all'inizio molto combattuta, ma, in seguito controllata dalla formazione nolana, che si è imposta col punteggio di 8-1.
La seconda giornata si è aperta in mattinata con la sfida contro la sezione di Lecce, partita molto maschia e tesa, vinta alla fine per 4-2, e si è poi conclusa con il match con la sezione di Frosinone, vinto grazie al punteggio di 6-1. 
Alla fine del girone di qualificazione, la classifica mostrava Nola come prima a punteggio pieno, e ciò implicava che ad affrontare i nostri nelle semifinali fosse la sezione ospitante di Termoli, classificatasi seconda nel proprio girone, alle spalle dei campioni uscenti di Albano Laziale.
La terza e ultima giornata si apre dunque col match contro la sezione di Termoli: a passare in vantaggio sono gli avversari, poi la reazione dei bruniani, che porta al pareggio sul finire della prima frazione; la ripresa è combattuta, entrambe le squadre spingono il piede sull'acceleratore, ma alla lunga i nostri escono fuori e si portano prima sul 2-1 e poi sul 3-1; gli ultimi minuti vedono un assalto disperato dei molisani attraverso la tattica del portiere di movimento, strategia che li porta a trovare il 3-2, che però non basta, visto che all'ultimo secondo un attaccante di Termoli si lascia ipnotizzare a tu per tu dall'estremo difensore nolano, che regala la finale ai suoi.
L'altra semifinale, tra Albano Laziale e Lecce, si conclude con il risultato di 2-1 in favore dei laziali: il verdetto è dunque Nola-Albano Laziale per la coppa, medesima finale dell'edizione scorsa.
La partita vede entrambe le squadre attaccare sin dai primi minuti, ma sono i laziali a passare in vantaggio sfruttando un'amnesia difensiva della retroguardia nolana. La reazione dei nostri non si fa attendere, ma gli avversari sono bravi a sventare ogni minaccia e il primo tempo si conclude 1-0 in loro favore.
Inizia il secondo tempo ed è chiara l'intenzione dei nostri ragazzi: vincere.
La squadra ha il controllo del gioco, manovra con sicurezza, e questo la porta a trovare prima il pareggio con un gol del "sempreverde" Emilio Romano e poi la rete del vantaggio con un tiro del difensore Gianpiero Miele che si infila sotto le gambe dell'estremo difensore avversario. 
I minuti finali sono un assedio disperato della compagine laziale, che tenta di sfruttare il portiere di movimento per trovare il pareggio, ma i nostri calcettisti sono bravi a chiudere tutti gli spazi e riescono a segnare il gol del definitivo 3-1 grazie a un tiro dalla distanza a porta sguarnita del "re" Michelangelo Arminio
Il match si conclude e può dunque esplodere la gioia della formazione nolana, capace di ribaltare una situazione sfavorevole e di vendicare la sconfitta subita nella finale dell'edizione precedente.
La manifestazione si è quindi conclusa con il pranzo di gala, dove hanno avuto luogo le premiazioni: Michele Napolitano si è aggiudicato il titolo di capocannoniere del torneo con 12 reti.
Un altro successo questo che va ad arricchire ulteriormente la bacheca nolana e che conferma quanto di buono visto nella vittoria del torneo di Messina.
È stata la vittoria del gruppo, della squadra più che dei singoli, del presidente, dei calciatori, degli accompagnatori e degli associati tutti, si torna a casa con qualcosa di più di una coppa scintillante, cioé con la consapevolezza che Nola è sinonimo di unione e di famiglia.