mercoledì 3 giugno 2015

I magnifici 7: Termoli consacra Nola campione!

L'A.I.A. Nola rispetta i pronostici e vince per la quarta volta, alla sua quarta partecipazione, l'ottava edizione del Memorial "Daniele Rettino", rassegna di Calcio A5 dedicata agli arbitri ed organizzata dalla Sezione di Termoli per ricordare Daniele, associato scomparso alcuni anni fa ed il cui ricordo è stato come sempre onorato in maniera eccezionale dal papà Paolo, magnifico coordinatore di tutto il torneo. Sette sono i nomi da ricordare: (da sinistra a destra nella foto) Michelangelo Arminio, Elia Lenzi, Vittorio Di Gioia, Emilio Romano, Gianmichele Russo, Gianpiero Miele ed Umberto Mancaniello. Sette incredibili operai, guidati dal roccioso presidente Severino Vitale, al servizio di una realtà, quella nolana, che ha messo in mostra l'ormai storico marchio di fabbrica: una correttezza mai scalfita né dalla voglia di vittoria né dalla stanchezza che ha comunque provato i 7 giovani, impegnati in 9 partite in 4 giorni. Basti guardare i dati: 41 goal fatti, 15 subiti, 1 ammonizione (per esultanza), premio di capocannoniere del torneo. Se si aggiunge l'amicizia con tutte le sezioni partecipanti (Termoli, Campobasso, Matera, Rovigo, Isernia, Lanciano) e la simpatia raccolta da tutti i presenti, si capisce lo spirito che unisce la nostra sezione al Memorial, divenuto negli anni vera e propria isola felice per gli arbitri bruniani. Un'isola dove il tempo si ferma, i sorrisi si amplificano, gli affetti si rafforzano e l'amore per la nostra associazione si consolida. Al di là del risultato, rimane per Nola l'idea di far parte di un progetto solido, che ruota intorno alla stima reciproca di tutti i partecipanti, mossi dalla stessa passione e dall'intenzione di commemorare al meglio il nostro Daniele, che sicuramente guida dall'alto l'ottima organizzazione della rassegna. A Termoli vanno i nostri complimenti ed il nostro plauso, ma soprattutto il ringraziamento per aver ridato vita ad un appuntamento al quale gli arbitri di Nola non sapranno più rinunciare.