sabato 23 aprile 2016

Torneo "G.Prota": In attesa di un cecchino, Nola cala il bis!

In attesa di ritrovare la forma migliore e soprattutto la vecchia vena realizzativa di Romano Domenico &Co. , i ragazzi del presidente Vitale mettono altri tre punti in cascina e si proiettano alla sfida decisiva con i colleghi di Benevento. La seconda giornata del torneo Prota infatti, ha visto i ragazzi nolani vincere contro Ariano Irpino, ancora una volta però, senza brillare.
È alquanto difficile parlare di prestazione negativa quando si vince, ma i bruniani ci hanno da sempre abituati a ben altre prestazioni. Eppure si può dire che rispetto all’esordio, la prestazione generale della squadra è stata migliore. A mancare è stata soprattutto la precisone sotto porta, con i vari Casillo, Angelillo L. e Romano D. che hanno sprecato clamorose palle gol. La partita infatti ha visto un netto predominio dei ragazzi di Mr. Renna che soprattutto nei primi 20 minuti hanno preso d’assalto la retroguardia arianese, e sono andati a segno dopo alcuni tentativi con Capuozzo, ottimamente imbeccato da un ispirato e pimpante De Capua Geremia. Poteva sembrare la svolta della partita in senso positivo, ma col passar dei minuti la spinta offensiva è diventata sempre meno impetuosa e affannosa. Tuttavia grazie ai soliti ispiratori Romano Emilio e Buonocore Guido le occasioni per raddoppiare già nel primo tempo non sono mancate, ma come detto in precedenza, le stesse, sono state divorate letteralmente dai terminali offensivi. La prima frazione di gioco si è conclusa sull’ 1-0 con tanti rimpianti per le nitide occasioni non sfruttate. La ripresa è iniziata sullo stesso leitmotiv del primo tempo, Nola che attaccava e Ariano cercava di ripartire in contropiede, senza mettere mai seriamente in difficoltà la difesa bruniana ottimamente diretta da Miele e Losco. Finalmente dopo una decina di minuti dall’ inizio della ripresa è arrivato il gol tranquillità ad opera del bomber Romano D. abile a sfruttare un calcio d’angolo e ad insaccare di testa nell’angolo alto. Un gol che tardava ad arrivare e che sblocca l’ ex capocannoniere della manifestazione. Con l’ infinita girandola dei cambi si può dire che la partita è andata in archivio, un po’ per la mancanza di organizzazione nella parte centrale del campo, un po’ per la condizione atletica che è diventata col passar dei minuti sempre più deficitaria. Cosi che su uno svarione difensivo di Miele, che ha disputato comunque un’ottima gara, Ariano ha avuto anche l’occasione di rientrare in partita. Ci ha pensato Buzzella a salvare la compagine nolana che è riuscita così a portare il risultato fino al traguardo. Grande fair-play a fine partite tra le due squadre con la sezione ospitante che ha offerto un piccolo buffet agli ospiti. Ora testa a Benevento con la quale ci si gioca il primato, con ancora più grinta e determinazione.



a cura di Lucio Angelillo.