sabato 11 aprile 2015

Umiltà e Responsabilità: il "briefing" secondo Argiento

Ultimo incontro con ospite per la Sezione di Nola per questa annata ai titoli di coda: graditissima presenza nella riunione tecnica del 10 aprile è stato Salvatore Argiento, ex assistente Can A e B della sezione di Frattamaggiore, e attualmente componente del Settore Tecnico, nella funzione di Mentor, nel progetto Uefa che coinvolge anche la regione Campania. Da subito Salvatore si è posto in maniera molto semplice alla platea, volendo calarsi tra i giovani presenti in sala con naturalezza, cercando di spiegare quello che per lui sono i punti cardine del "briefing", il colloquio di inizio gara, che coinvolge arbitro e assistenti nella pianificazione dell'incontro. "La prima cosa da ricordare - ha sottolineato Salvatore - è che il capo terna è sempre l'arbitro e che gli assistenti sono un valido aiuto per decisioni che, comunque, devono essere prese da una sola persona". Dopo un'iniziale introduzione, spazio ad una ricca presentazione powerpoint, che ha evidenziato tutti gli argomenti presenti in un colloquio-tipo di inizio gara: dalla segnalazione dei falli di gioco, al fuorigioco, alle mass confrontation, fino ad arrivare alla condotta violenta e alla gestione delle panchine, attraverso una comunicazione efficace tra i tre componenti della terna. "Una cosa fondamentale del lavoro di squadra - ha ammesso il nostro ospite - è saper risollevare un collega anche in situazioni in cui ha palesemente sbagliato. Negli spogliatoi siate sempre positivi, diate sempre una pacca sulla spalla al collega. Poi al termine della gara potrete anche confrontarvi in maniera schietta. Ma durante il match siate sempre uno stimolo e non un peso". Tra le tante spiegazioni anche molti episodi vissuti durante la propria carriera, ed un consiglio preziosissimo a tutti i presenti: "Non passate le vostre domeniche a parlar male di qualcuno, a criticare quell'arbitro o quell'osservatore. Sappiate vivere la vostra passione con sobrietà ed equilibrio, con umiltà e passione. Queste sono le basi per il successo". Una serata, come sottolineato anche dal Presidente Severino Vitale, vissuta piacevolmente con un'eccellenza campana dell'arbitraggio: "Ci auguriamo -  ha chiosato Vitale - che la presenza di Salvatore possa fungere da sprone per i tantissimi assistenti della nostra sezione. Speriamo in un futuro di nuovo florido in questo ruolo per la nostra realtà".