giovedì 12 marzo 2015

La visita C.R.A.: uno schietto confronto

Si è da qualche ora conclusa la Riunione Tecnica Obbligatoria dell'11 Marzo, che ha visto nella nostra sezione la presenza dell'intera commissione del Comitato Regionale Arbitri campano, guidata dal Presidente Virginio Quartuccio. Serata molto gradevole per tutti i presenti, che hanno potuto apprezzare la dote più in vista di questa commissione, la schiettezza, un campo sul quale anche il Presidente "di casa" Severino Vitale, trova precisa collocazione. Proprio il Presidente "ospitante" ha voluto dar inizio all Riunione, dedicando un momento di raccolta e silenzio a Luca Colosimo, giovane arbitro della Sezione di Torino, la cui scomparsa ha lasciato l'intera Associazione in un mesto e sentitissimo cordoglio. E proprio da qui, ha poi preso le mosse l'intervento di apertura del Presidente Vitale: "Episodi come questi non devono e non possono essere messi in preventivo dalla nostra Associazione. Seguire una passione e fare sacrifici, non devono prescindere mai dall'incolumità fisica dei nostri ragazzi. E per questo è necessario ripensare, rivedere, rimodulare tutto il discorso che in questi mesi si sta facendo sugli ormai noti "tagli economici" che tutte le componenti dell'Associazione stanno subendo. Perché i ragazzi hanno tutto il diritto di coltivare un sogno, senza avere il peso di quanti chilometri fare con l'auto o a quale tarda ora rientrare nelle proprie abitazioni". Ed a chiusura dell'intervento, poi, parole di elogio per il C.R.A., con una preghiera: "Quello che ho apprezzato in Virginio e in tutti i componenti, è la schiettezza con la quale parlano agli associati. Ed anche dal sottoscritto e dalla Sezione di Nola, è garantita la massima chiarezza nell'ammettere che ci possono essere annate senza particolari ambizioni, ed altre annate dove possono esserci anche più ragazzi pronti al salto di categoria. Chiedo però un confronto sempre costante, su tutte le situazioni: perché se il C.R.A. pone all'attenzione di un Presidente delle problematiche, lo stesso potrà intervenire e correggere il tiro attraverso un lavoro sui propri associati". Spazio quindi al Presidente del.C.R.A. Virginio Quartuccio, che ha ringraziato Severino Vitale e la sezione di Nola per il lavoro svolto ed ancora da svolgere: "A Nola il C.R.A. Campania sa di avere un crocevia importante. Grazie alla collocazione geografica è spesso richiesto da questo C.R.A. a Severino l'impegno di ospitarci presso la sezione per i vari raduni stagionali, e puntualmente troviamo risposte veloci ed efficienti. Di questo non possiamo che rendere omaggio a tutta la vostra splendida sezione". Poi spazio agli argomenti più disparati: "Ho fatto già più volte presente alla Federazione, che sui limiti chilometrici, non è possibile pretendere che i ragazzi viaggino in un raggio territoriale così breve. Così non può esservi crescita, perché i ragazzi non vivono le diverse realtà di una regione che, per le proprie caratteristiche fisiche, non può essere coperta dalle designazioni così come impostoci". Ed ancora: "Questa è una regione che sta crescendo, basti guardare ai Carmine Russo, ai Marco Guida e ai Fabio Maresca giunti in serie A. E nella speranza che si possa ripetere il periodo dei 7 campani nella massima serie, il mio desiderio è di vedere una crescita costante di tutti voi. Ma si cresce nel momento in cui riusciamo a remare dalla stessa parte, nel momento in cui riuscite a seguire quello che vi viene detto, da noi e dalla vostra sezione". Spazio poi agli altri componenti del C.R.A. ai quali Virginio ha lasciato la parola, per riassumere il quadro generale riguardante la Sezione di Nola, incoraggiante in prospettiva, ma con qualche pecca nell'immediato: così Massimo Costa per la Promozione, Ciro Pegno per gli Osservatori, Mario Pacifico e Giuliana Guarino per gli Assistenti, Vittorio De Simone per la Prima Categoria, Oreste Alfano per il Settore Giovanile e Mario Rossi per il Calcio A5. Tutti hanno espresso soddisfazione per il lavoro degli arbitri di Nola, a cui viene richiesto ora il salto di qualità, la maturazione definitiva per ambire a traguardi ancora più prestigiosi. La serata si è poi conclusa con uno scambio di "cortesie" tra i due Presidenti: infatti, Virginio Quartuccio ha donato a Severino Vitale una felpa personalizzata che il C.R.A. ha preparato per tutte le 17 sezioni campane, ed il Presidente Vitale ha ricambiato, facendo omaggio all'intera commissione di una confezione di pasta artigianale. Spazio infine ai saluti finali, ed al "in bocca al lupo" di rito, con il C.R.A. che con questa chiude il proprio "tour" stagionale di visite alle sezioni campane, per un annata che però è ancora ricchissima di impegni, con le impellenti Olimpiadi del Regolamento regionali, le Olimpiadi di Atletica regionali ed il Torneo "Giuseppe Prota" di Calcio A11 tra le sezioni campane, tutti segnali di una regione viva e con tanta voglia di fare.